Falesia Rio Vitoschio Le Porte

Si tratta di un’Interessante falesia in un ambiente paesaggisticamente straordinario a ridosso di un percorso naturalistico che arriva fino a monte Nerone.
La falesia nel pomeriggio è in ombra, in un posto estremamente tranquillo e di facile access, sono inoltre presenti piccole cascatelle che lo rendono un luogo estremamente rilassante ideale anche per famiglie con bambini.

Climbing

Dalla costa uscire dall'Autostrada A 14 al casello di Fano e imboccare la Superstrada per Roma; dopo la galleria di Fossombrone prendere l'uscita per Roma,  attraversata la galleria del Furlo uscire ad Acqualagna in direzione Piobbico-Apecchio-Città di Castello; 2 km oltre Piobbico sulla sinistra cartello turistico “Rio Vitoschio”; parcheggiare sulla stradina di destra, oppure sulla sinistra lungo la Provinciale 257; proseguire a piedi sulla stradina (evitate di entra­re in auto),  in 5 minuti si incontrano Le Porte (GPS 43° 34' 45'' N  12° 29' 23'' E)  sul torrente con tutti i set­tori nel raggio di cento metri.
Giungendo da Roma si segue la Flaminia fino ad Acqualagna, e seguire le iundicazioni precedenti.
Provenendo dall’Umbria o dalla Toscana, a Città di Castello seguire la Provinciale 257 apecchiese oltre il valico di Bocca Serriola oltrepassare Apecchio e dopo circa 8 km si incontrano i parcheggi sopra descritti.

Rio Vitoschio Le Porte
Rio Vitoschio Le Porte

Falesia rio Vitoschio le Porte. Interessante falesia, in ambiente ameno e paesaggisticamente straordinario, lungo un percorso naturalistico che segue il rio Vitoschio fino a monte Nerone: la brevità dell'accesso, la tranquillità del posto, il venticello che s'incunea nella gola e le cascatelle del ruscello ne fanno un luogo rilassante, ideale per famiglie e bambini al seguito.
La falesia, prettamente estiva (nel pomeriggio va tutta in ombra, al mattino si arrampica solo sul lato est della gola), è stata valorizzata nel 2002 da Mirko Muzzini, che ha aperto quasi tutti gli itinerari classici; a lui si è poi aggiunto Behzad Fard che ha tracciato dal 2004 belle e aeree vie soprattutto nel settore Balcone e Porte, e ultimamente Robertino Fantozzi con due prestigiosi itinerari del suo calibro nel Grottone. La roccia è un bel calcare molto lavorato, arricchito da concrezioni e canne, che richiede una arrampicata a volte tecnica sui piedi, a volte più atletica e dinamica, quasi sempre in leggero strapiombo. Necessaria la corda da 70 metri.
Dal 2011 si sono aggiunti altri due settori “Belvedere” e “Notrace” esposti a sud e quindi fruibili anche nei periodi freschi, tracciati da Michele Galeotti e Miro Rossi come settori no-big presentano difficoltà dal 5a al 6c.

 

Il Tour Virtuale delle miniere della Majella

 

La traccia GPS di come raggiungere Le Porte di Rio Vitoschio


Vuoi seguire la traccia direttamente sul tuo smartphone o GPS?
Inserisci il tuo indirizzo email, iscriviti alla newsletter e
scarica gratuitamente il file GPX!

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy il cui contenuto costituisce parte integrante della presente manifestazione di consenso e acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/03