Falesia Fosso dell’Eremo

Ci troviamo in un luogo solitario ma facilmente raggiungibile a piedi in poco più di 10 minuti dal parcheggio. Le circa 60 vie di arrampicata presenti, alcune poco più di 30 metri, sono direttamente sopra il torrente che garantisce in estate una certa frescura.
VI è inoltre un eremo a pianta rettangolare e di dimensioni modeste di cui oggi è visibile un cumulo di ruderi con una bella arcata gotica e attorno ci sono grotte forse usate dai monaci-eremiti.

Climbing
Fosso dell'Eremo - Antonio Palermi @ Flickr

Partendo da Acqualagna e percorrendo per circa 10km la Statale n.257 in direzione Piobbico, nei pressi di un ponte tra il Km 39 e 40, si parcheggia sulla destra l’auto in un ampio piazzale.
Nel lato opposto della strada c’è un cartello giallo con la scritta “Fosso dell’Eremo” che indica il sentiero da percorrere per arrivare alla Falesia.

Situate lungo la valle del fiume Candigliano, un affluente del Metauro, si trovano anche altre interessanti pareti roccose come la Gola del Furlo e la Balza della Penna dove sono state attrezzate diverse via di arrampicata.

La falesia e le vie di arrampicata

La falesia del Fosso dell'Eremo si trova in un luogo solitario, al riparo dei rumori ma facilmente raggiungibile a piedi in poco più di 10 minuti dal parcheggio della macchina. Le vie di arrampicata sono direttamente sopra il torrente che garantisce in estate una certa frescura.

Il torrente al Fosso dell
Il torrente al Fosso dell’Eremo – Antonio Palermi @ Flickr

Le circa 60 vie di arrampicata presenti sono attrezzate con fix e catene per la discesa in acciaio e risultano in buono stato, così come la roccia calcarea di buona qualità e non ancora levigata. Le vie hanno una lunghezza variabile e non poche sono superiori ai 30 m per cui viene consigliata  una corda da 80 m, tuttavia sono attrezzate per poter effettuare calate intermedie.

Fosso dell
Arrampicando controluce al Fosso dell’Eremo – Antonio Palermi @ Flickr

C’è pure posto per un ponticello e qualche panchina a ridosso del torrente, continuando il sentiero invece si può visitare quello che resta del vecchio Eremo di Santa Maria in Morimondo. L'eremo a pianta rettangolare e di dimensioni modeste, si innalzava almeno su due piani di cui l'inferiore voltato a botte e sorgeva su un'altura a ridosso del torrente. Delle strutture originarie, oggi sono visibili un cumulo di ruderi con una bella arcata gotica e attorno ci sono grotte forse usate dai monaci-eremiti.

Una via di arrampicata al Fosso dell
Una via di arrampicata al Fosso dell’Eremo – Antonio Palermi @ Flickr

La traccia GPS per raggiungere la Falesia Fosso dell’Eremo


Vuoi seguire la traccia direttamente sul tuo smartphone o GPS?
Inserisci il tuo indirizzo email, iscriviti alla newsletter e
scarica gratuitamente il file GPX!

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy il cui contenuto costituisce parte integrante della presente manifestazione di consenso e acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/03