Colluccio Cà Rossara San Cristoforo di Carda

Vicino al caseggiato di San Cristoforo di Carda si erge la chiesa di San Cristoforo di Carda la cui prima costruzione risale attorno all’anno 1000. Questa chiesa ha una storia travagliata, distrutta più volte anche da una frana circostante, venne sempre ricostruita, e oggi risulta aperta al culto.

Categoria: Trekking
Da Ca' Rossara a San Cristoforo di Carda
Condividi con:

Percorrere la Strada Provinciale Pian di Trebbio che collega Serravalle di Carda (PU) alla Strada Provinciale Apecchiese n.257, e dopo circa 1,5 Km in prossimità del Colluccio in una curva a 90 gradi a sinistra, prendere la via “Vocabolo Valle” che costeggia sulla destra il monte dell Valle. Proseguire scendendo fino alla casa vacanze “Ca’ Rossara”. Girare a destra seguendo la strada sterrata e proseguire per qualche centinaio di metri. Girare quindi a sinistra per il sentiero CAI (segnato rosso e bianco) e risalire tutta la conca fino al Molinaccio e al caseggiato di San Cristoforo di Carda dove si erge una chiesa la cui prima costruzione risale intorno all’anno 1000. Proseguire quindi fino alla strada asfaltata e svoltare a sinistra per tornare al luogo di partenza

La chiesa di San Cristoforo di Carda
La chiesa di San Cristoforo di Carda

La chiesa di San Cristoforo de Virlo a Serravalle di Carda

Il primo nome della chiesa fu quello di San Cristoforo de Virlo e ha un storia molto antica, il primo rettore ricordato nei documenti risale infatti all’anno 1280. La chiesa ha avuto una storia un po’ travagliata, infatti, durante la seconda metà del 1800, venne ricostruita dopo che negli anni precedenti andò distrutta. Nel 1939 inoltre una frana stava seppellendo un poco alla volta la chiesa e la canonica. Nel 1943 il parroco Scipioni ricostruì la chiesa ma non riuscì a completare la ricostruzione della casa canonica. Tuttavia ad oggi la Chiesa è attualmente aperta al culto.

La traccia GPS da Colluccio a San Cristoforo di Carda


    Vuoi seguire la traccia direttamente sul tuo smartphone o GPS?
    Inserisci il tuo indirizzo email, iscriviti alla newsletter e
    scarica gratuitamente il file GPX!

    Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy il cui contenuto costituisce parte integrante della presente manifestazione di consenso e acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/03

     

    Condividi con: