Escursioni e tracce GPX

Forra Pian dell’Acqua (Cupi di Fiamma)

La Forra Pian dell’Acqua è caratterizzata da belle cascate, di cui una sfiora i 70 metri e scende il segreto Orrido dei Cupi di Fiamma. Un ambiente incontaminato di km² la maggior parte coperto da bosco e usato come “miniera” per la produzione di carbone da legna.

Scritto da
Aggiornato il
Categoria
Seguici su Facebook

Pianello Outdoor:
il volto segreto del Monte Nerone

Trekking, Cicloturismo, Arrampicata sportiva, Speleologia e Canyoning nell'Appenino umbro-marchigiano

Inclusi 16 percorsi digitali, Virtual Tour e Tracce GPX

Ordina subito la tua guida →

La Forra di Pian dell’Acqua si sviluppa all’interno dei Cupi di Fiamma. Dolci pendi che si estendono per 5 km² e scavati dalla profonda forra tra ricchi e selvaggi boschi e usati in passato come miniera per la produzione di carbone da legna.

Lunghezza Forra Pian dell’Acqua: 2400 m
Altitudine massima: 825 m
Altitudine minima: 460 m
Totale discesa: 4h 30m

Scesi alcuni scivoli ci si trova davanti ad una serie di lunghi salti verticali in ambiente aperto. Tra le varie cascate è rimarchevole quella di 70 m. Dopo la sequenza di salti verticali l’ambiente tende ad allargarsi, con pozze alternate a scivoli fino a 10 m. Avanzando nel corso d’acqua si giunge ad una verticale di 20 m, dopodiché si attraversa la valle fino ad un’ ultima cascata di 12 m, alla cui base è sita una piccola “marmitta dei giganti”. Di qui si segue il greto del torrente fino all’uscita.

Successione dei salti: 10; 70; 40; 15; 10; 20; 12.
Dislivello: 365m –da quota 825 a quota 460.
Avvicinamento: 10 min.
Uscita: 20 min.
Percorrenza: 2/3 ore.
Periodo consigliato: marzo/maggio e ottobre/novembre
Difficoltà complessive: da poco difficile a difficile secondo la portata.

Pian dell’Acqua è il toponimo che identifica i “Cupi di Fiamma” meglio noti come “i cupi”.
Quest’ultimi hanno una estensione di 5 km² ca. la maggior parte coperti a bosco. Fino a non molti anni fa il bosco era una miniera per la produzione di carbone da legna che, insieme con il trasporto con i muli, ha rappresentato per i nostri nonni l’attività primaria.

I carbonai dei Cupi di Fiamma

Ai carbonai che con i loro muli si recavano nelle piazzole per cuocere la legna, producendo carbone, era richiesta la presenza continua fino a che il carbone non fosse pronto. Questi trascorrevano giorni e notti vegliando sul fuoco nutrendosi solo di polenta, pancetta di maiale e pecorino. Si narra che è cosi che nacque il “polentone alla carbonara”, cotto sui carboni ardenti fino a farlo indurire per poi spezzarlo e rimetterlo nel caldaio. Polenta, pecorino, pancetta. Il pecorino, con il calore del carbone, si scioglie amalgamando il tutto. Lauto pasto giornaliero per il carbonaio, innaffiato da qualche buon bicchiere di vino, per alleviare le fatiche.

La polenta alla carbonara è ancora oggi uno dei piatti tipici di Pianello di Cagli assieme alle sue tradizionali lumache e alla coradella d’agnello. Il 24 giugno 2012, in occasione della Sagra delle Lumache, Pianello di Cagli ottenne il Guinness World Record cucinando 3560 kg di polenta in un unico caldaio.

Questi luoghi sono rimasti isolati per decenni, ma solo ora grazie al lavoro che stiamo portando avanti per la riscoperta dei vecchi sentieri e delle vecchie storie, stanno rivendendo nuovamente la luce.

Paesaggi unici e selvaggi come quello delle cascate e dell’Orrido dei Cupi di Fiamma sono oggi nuovamente accessibili e raggiungibili con un avventuroso trekking alla portata di tutti. Scopri come arrivare all’Orrido dei Cupi di Fiamma.

Il Tour Virtuale dell’Orrido nella forra di Pian dell’Acqua (Cupi di Fiamma)

Pianello Outdoor:
il volto segreto del Monte Nerone

Trekking, Cicloturismo, Arrampicata sportiva, Speleologia e Canyoning nell'Appenino umbro-marchigiano

Inclusi 16 percorsi digitali, Virtual Tour e Tracce GPX

Ordina subito la tua guida →

La traccia GPS da per raggiungere la Forra di Pian dell'Acqua

    blank
    Vuoi seguire la traccia direttamente sul tuo smartphone o GPS?
    Inserisci il tuo indirizzo email, iscriviti alla newsletter e
    scarica gratuitamente il file GPX!


    Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte di MyOutdoor. La tua email è al sicuro, ai sensi della legge 196/03.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.