Escursioni e tracce GPX

Colli Euganei. Antichi percorsi sopra Luvigliano

Escursione sulle pendici del Monte Pirio. Da Villa dei Vescovi, un facile percorso ad anello molto panoramico

Scritto da
Aggiornato il
Categoria
Seguici su Facebook
Condividi con:

L’escursione inizia lasciando sulla destra Villa dei Vescovi, villa veneta di epoca rinascimentale, simbolo del dominio veneziano nel territorio euganeo.

Percorriamo la strada asfaltata fino a svoltare a sinistra lungo una carreggiata. Superata la vecchia cava con fornace annessa, oggi recuperata ad abitazione privata, la strada svolta a gomito sulla destra. Il sentiero, più stretto e ripido, è scavato su scaglia rossa, la roccia sedimentaria più diffusa e nota nel territorio dei Colli Euganei.

Arrivati al pianoro coltivato a vitigni, il panorama appaga della leggera fatica. Si vedono le principali alture dei colli euganei:  Monte Grande, Monte Madonna e il vicino monte Solone che chiude l’orizzonte a destra. Grande spazio alla vegetazione del territorio: roverella, albero di Giuda, cisto e asparago selvatico.

Si prosegue sul sentiero costeggiando a sinistra il vigneto, per addentrarci nel bosco tra carpini neri e castagni. Il sentiero riprende a salire dolcemente fino a raggiungere un ampio sterrato costeggiato da cipressi.

Tra vigneti e panorami collinari

Il panorama appare tranquillo e isolato. I vigneti si estendono a vista d’occhio. I pendii sono docili. Lungo il viale alberato crescono i cipressi che conferiscono un aspetto romantico al paesaggio.

Siamo sullo spartiacque del monte Arrigon. Ad ovest si possono osservare le pareti a strapiombo dei monti Pirio e Pendice, meta ambita da molti arrampicatori. 

Il rosso del terreno lascia il posto a un grigio chiaro. Siamo nelle “terre bianche” particolare conformazione del suolo di roccia calcarea. Zona privilegiata per la coltivazione delle uve Fior D'arancio, Carménère, Cabernet e Merlot.

Il percorso continua lungo un piacevole saliscendi. Si raggiungere la chiesetta degli Alpini, costruita dai contadini per proteggere i vigneti dalle tempeste. Godetevi il panorama sorseggiando del buon vino portato da casa!! Da qui si vedono i centri termali di Abano Terme, Montegrotto, Padova e la pianura orientale. Nei giorni più tersi si può distinguere la laguna con Venezia e Chioggia

In prossimità delle Case Milanta si prende una stradina sulla sinistra che tra uliveti e vigneti arriva fino a Villa Pollini, storica dimora del pianista padovano Cesare Pollini. Qui termina il nostro percorso attorno a Villa dei Vescovi.

La storia di Villa dei Vescovi

Armonicamente inserita nel paesaggio collinare, un connubio perfetto tra eleganza rinascimentale e classicismo romano.

L’affascinante Villa dei Vescovi è una delle più belle ed eleganti ville di epoca rinascimentale di tutto il territorio padovano. Di proprietà dei vescovi di Padova fin dall'XI secolo, la villa fu destinata a ospitare una casa dominicale. L’ edificio è documentato nel 1474.

Nel secolo successivo nasce la villa, concepita come casa di villeggiatura e luogo d’incontro di intellettuali e letterati. A decidere la ricostruzione fu il cardinale Francesco Pisani, nobile veneziano cresciuto a Roma e vescovo di Padova dal 1524 al 1564.  

L’amministrazione affidò la direzione dei lavori ad Alvise Cornaro e l'opera all'architetto veronese Giovanni Maria Falconetto con successivi interventi di Giulio Romano

Un’ apertura centrale su modello delle ville romane antiche e ingresso principale a sud. Tra il 1565 e il 1579 gli architetti Da Valle e Vincenzo Scamozzi realizzarono alcune modifiche. L'interno della villa è suddiviso in diverse sale affrescare dal pittore Fiammingo Lambert Sustris.

Nel 2005 Villa dei Vescovi venne donata al FAI (Fondo Ambiente Italiano) da Maria Teresa Valoti Olcese e l’apertura al pubblico nel giugno 2011.

Sintesi

DoveLuvigliano, Torreglia (PD)
PartenzaVilla dei Vescovi – Google Maps: https://g.page/faivilladeivescovi?share
QuandoTutto l’anno
Durata2 ore con pause
Distanza4 km
Dislivello195m+
DifficoltàSemplice – Adatto alle famiglie
Tipologia di percorsoMisto: sentieri, mulattiere, tratti di strada asfaltata a seconda del percorso
AttrezzaturaZaino con giacca antivento e viveri
ViveriUn panino, frutta e acqua
Punti ristoro

Scarica traccia Gpx – Escursione sulle pendici del Monte Pirio

    blank
    Vuoi seguire la traccia direttamente sul tuo smartphone o GPS?
    Inserisci il tuo indirizzo email, iscriviti alla newsletter e
    scarica gratuitamente il file GPX!

    Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy il cui contenuto costituisce parte integrante della presente manifestazione di consenso e acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/03

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.