Escursioni e tracce GPX

Rocca Pendice: free climbing nel cuore dei Colli Euganei

Storica falesia di arrampicata sportiva nello splendido Parco Regionale dei Colli Euganei, a pochi minuti da Padova.

Scritto da
Aggiornato il
Categoria
Seguici su Facebook
Condividi con:

A due passi dalla città di Padova, nel cuore del Parco Regionale dei Colli Euganei, si trova la falesia di Rocca Pendice (pronunciato “pendìce”).

Rocca Pendice è una storica palestra di free climbing frequentata sin dagli albori dell’arrampicata sportiva da padovani e non solo. E’ composta da diversi settori di rara trachite, una roccia magmatica di origine vulcanica, porosa e compatta.

La qualità della roccia, unita alla difficoltà mediamente limitata delle vie, rende assai divertente e piacevole l’arrampicata a Rocca Pendice. Per questo motivo la falesia è ambita e amata dai climber alle prime armi o da chi, più esperto, vuole semplicemente farsi qualche via in relax nel contesto ameno dei Colli Euganei.

Da buon padovano sono particolarmente affezionato a questo luogo, punto di riferimento per l’arrampicata sportiva nei Colli Euganei. Dei diversi settori, il mio preferito è senz’altro quello delle “Numerate” (il nome si riferisce ai nomi delle vie, originariamente elencate solo per numero).

Il bel panorama che si ammira dalla parete delle Numerate Alte

Le Numerate

Accesso

E’ possibile lasciare l’auto lungo la strada che da Teolo dirige verso Castelnuovo: superato il cimitero e risaliti i 6 tornanti, è presente un primo parcheggio sulla destra (pochi posti auto) e un successivo più ampio slargo su terra poco dopo. Il sentiero di avvicinamento ha inizio in prossimità dell’ultimo tornante (vedi traccia GPX al termine dell’articolo).

In neanche 10 minuti, il sentiero conduce al centro delle Numerate.

La roccia

Il settore delle Numerate, esposto a sud-ovest, è una parete la cui base risale gradualmente le pendici del monte; si presenta quindi obliqua. La parete delle Numerate è suddivisa in due da uno spigolo. Nella metà sinistra si trovano le Numerate Basse, più difficili, mentre a destra le Numerate Alte.

Le vie sulle Numerate sono perlopiù su placca appoggiata e verticale. Le vie più facili risalgono ampi blocchi, lame e tasche, mentre le più difficili (grado massimo 6c) offrono minuscole tacche e svasi, soprattutto nella parte iniziale (Pensionato è l’emblema di via su placca verticale che all’apparenza di presenta totalmente liscia).

Le placche appoggiate (ma ostili) delle Numerate Basse

Non mancano belle fessure, per dita o mani intere: la meravigliosa Nuova Etica, ad esempio, nel tratto centrale si sviluppa lungo una fessura larga una spanna in cui utilizzare anche la tecnica del “pugno chiuso”.


La chiodatura

Le vie sono chiodate a spit fix, adeguatamente vicini soprattutto nei tratti più difficili. Soste con 2 spit, catena e moschettone a ghiera.

Le vie

Numerate Basse

ViaDifficoltàLunghezzaNote
Spigolo5c15m
Le fessure di Stefy5b/c18m
Le fessure di Stefy 25b/c18m
Soraparona5b18m
Polpot6a+18m
Ghiro ghiro tondo5b20m
Tiramisu6a20m
Sikh5c20mStupende lame
Tienanmen6a15m
Punto Rosso6b+18mPartenza boulder su tacche minuscole e un rovescio difficile
Papa Doc6b18mPartenza boulder su tacche minuscole e movimenti molto lunghi
Baby Doc6a20m
Nuova Etica6a32mBellissima, decisamente lunga. E’ presente una sosta intermedia
Via Dotto diretta6b+32m
Belli sì pompieri no6b+18m
La NordL1 4b, L2 5a30m + 25m
El Topo6a25m
Passerina5c25m
Erendira6b+25m
Valmentina la dolce6c25mIl passaggio chiave a metà
Bice6b+25mDa lontano sembra completamente liscia
Pensionato6b+25mDa lontano sembra completamente liscia

Numerate Alte

ViaDifficoltàLunghezzaNote
Senza nome4b10m
Strapiombetto5b10m
Canalino310m
Qumran5c28m
La 75a23m
Il pilastro della 75c23m
Senza nome4a15m
Scarpie4c15m
Senza nome3+15m
La Dulfer4b10mL’attacco è sul terrazzino attrezzato accessibile dalle vie sottostanti
Senza nome5b10mL’attacco è sul terrazzino attrezzato accessibile dalle vie sottostanti
Parete rossa6a18mL’attacco è sul terrazzino attrezzato accessibile dalle vie sottostanti
La Delicatina4b22mL’attacco è sul terrazzino attrezzato accessibile dalle vie sottostanti
Lo spigolo della Delicatina4b22mL’attacco è sul terrazzino attrezzato accessibile dalle vie sottostanti
Simona5c20mL’attacco è sul terrazzino attrezzato accessibile dalle vie sottostanti
La sinistra del nasetto5c22m
L’Oracolo del Sud6b+22m
Il Nasetto5b22m
Spigolo del Nasetto5a15m
Muro del pianto6a15m
Caminetto330m

Nella parte terminale destra delle Numerate Alte sono presenti altre 9 vie senza nome di grado 3 – 4b.

Quando andare

La roccia porosa purtroppo si concilia molto male con il caldo e l’umidità, che la rendono “sudata” e scivolosa. Al contrario, in giornate fredde e secche il grip della trachite di Rocca Pendice è qualcosa di eccezionale.

Scheda di sintesi – il settore Numerate

Dove parcheggiareMaps: https://goo.gl/maps/fyTE9i9VeCBd37DU6
Numero di vie> 50
Lunghezza delle vieDai 10m ai 32m
DifficoltàDal 3 al 6c
RocciaTrachite
Tipo di arrampicataSu placche verticali / appoggiate, non manca qualche piccolo tetto
ProtezioniSpit fix adeguatamente distanziati
EsposizioneSud-ovest
Quando andarciIn giornate secche, preferibilmente non troppo calde

La traccia GPS dell’avvicinamento

One Response

  1. blank Mirco ha detto:

    bel lavoro brav

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.